L’Inpdap, l’Istituto nazionale di previdenza per i dipendenti dell’amministrazione pubblica, offre ai propri utenti tipologie di Prestito differenziate sulla base delle specifiche esigenze.

Il Prestito solitamente erogato dall’Inpdap è di tipo personale non finalizzato e viene concesso ai dipendenti o ex dipendenti pubblici che, nel corso della loro vita lavorativa, abbiano provveduto a versare i contributi all’ente. Il Prestito, inoltre, può essere richiesto ed erogato anche ad altri sogetti purchè risultino iscritti alla gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, ovvero il fondo Inpdap per l’erogazione dei prestiti ai dipendenti pubblici e pensionati.

L’Inpdap da alcuni anni è confluito nell’Inps ma resta comunque a disposizione dei propri utenti al fine di aiutarli a ottenere la tipologia di Prestito più in linea con le singole esigenze.

Il Prestito Inpdap che viene erogato dall’ente può essere di due tipi: il piccolo Prestito personale e il mutuo ipotecario. Nel primo caso la somma di denaro elargita non può superare i 5000 euro e la rateizzazione è compresa da un minimo di 12 a un massimo di 48 mesi; per i mutui ipotecari invece l’Inpdap può fungere da garante e tale Prestito ha una durata massima di dieci anni. Per entrambe le tipologie di Prestito, il debito può essere estinto anticipatamente oppure vi è la possibilità di richiedere il pagamento all’Inpdap mediante la cessione del quinto dello stipendio del dipendente pubblico o sulla pensione in caso di terminata attività lavorativa.

Il Prestito Inpdap garantito viene erogato dietro la presentazione di un’adeguata garanzia da parte del richiedente, il quale deve essere in possesso di almeno 4 anni di servizio o 2 in caso di invalidità: lo scopo della garanzia è quello di coprire il rischio di morte improvvisa o interruzione del rapporto di lavoro, qualora esso si verifichi.

Il Prestito Inpdap diretto presenta le medesime peculiarità delle altre tipologie di finanziamento, salvo la richiesta di presentare una documentazione volta ad accertare lo stato del bisogno o necessità per cui viene richiesto tale Prestito e, in questo caso, i tassi di interesse variano dal 3,90% al 4,85%, in base alla loro tipologia e specificità.